Vortici


Confusi vortici, fra le viscere,

Si snodano con impeto altero.

S’aggrovigliano pei fili

d’una mente dubbiosa,

e s’impigliano fra grate,

e s’annodano a filamenti,

che l’affliggono stanca.


Ho scritto questa poesia il 18 ottobre 2012. Tanti ricordi sono legati a queste parole, lunghe ore passate a guardare lo schermo, a dar voce a quei pensieri che effettivamente trovano espressione in questi versi.

C.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...