Tramonti zuccherati

Care pigne, Scattai queste foto alcuni anni fa, in quel di Sardegna e quella grande roccia bianca che vedete emergere fiera dalle acque si chiama Pan di Zucchero. Si trova sulla costa iglesiente, a sud-ovest dell’isola ed è alta 133 metri, il faraglione più alto del Mar Mediterraneo. Per maggiori informazioni vi consiglio di visitare […]

Continua a leggere

I colori dell’insonnia

Conobbi la fotografia a 7 anni. Iniziai con la vecchia Fujifilm analogica che rubavo a mio padre, immortalando nuraghi, pozzi sacri, dolmen e natura incontaminata durante le gite con la classe. Portavo poche cose con me, degli snack, dell’acqua e l’immancabile Fujifilm, ancora funzionante, che tenevo rigorosamente attorno al collo. Scattavo foto alle tholos, alle […]

Continua a leggere

Febbre da Giappone

Care pigne, Febbre da Giappone. Così la chiama un caro amico conosciuto nella terra del Sol Levante. Quando me ne parlò, di fronte a un bicchiere di umeshu* ghiacciato, pensai fosse una di quelle affermazioni che si fanno per riempire gli spazi vuoti tra una conversazione e l’altra, e mai avrei immaginato che avrei ricordato […]

Continua a leggere

Nostalgia, 郷愁

Care pigne, è da un po’ che non facciamo una chiacchierata. Si, sono stata assente per qualche settimana, ma non per prendermi una pausa, purtroppo. Ho perso una persona cara inaspettatamente, e ancora oggi, dopo alcuni giorni, non mi rendo conto assolutamente dell’accaduto, come se fosse sospeso nell’etere del possibile, come se la mia mente […]

Continua a leggere

Nara e il Buddhismo

Alcune curiosità sul Buddhismo Zen giapponese e l’imponente tempio buddhista Tōdai-ji, dimora del Daibutsu, la statua in bronzo fuso più grande al mondo, raffigurante il Buddha.

Continua a leggere

Proverbi sardi a modo mio. Episodio 8

Proverbi sardi a modo mio 8

Nuovo mese, nuovo proverbio. Mi son resa conto che il materiale sui proverbi sardi è davvero carente, spesso limitato alla mera traduzione in italiano, senza un briciolo di interpretazione. Le riflessioni di questa rubrica sono puramente personali e non intendono assolutamente fornire una definizione precisa e univoca sui proverbi sardi. Ho iniziato a consultare e […]

Continua a leggere

More dead than alive – Memoirs of deportation

Some paragraphs of Luigi Piga’s memoirs of deportation as Italian Military Internee, captured in Athens after the armistice and who survived to two years of forced labour, starvation and violence. He was set free in April 1945, with the arrival of the Red Army at the Stalag IV B Mühlberg (Germany).

Continua a leggere

Più morti che vivi. Memorie della deportazione

Alcuni paragrafi delle memorie di Luigi Piga sulla deportazione come internato militare italiano (IMI), catturato ad Atene dopo l’armistizio e sopravvissuto a due anni di lavori forzati, fame e violenza. Fu liberato nell’aprile 1945, con l’arrivo dell’Armata Rossa nello Stalag IV B di Mühlberg (Germania).

Continua a leggere