HOME

Guards on parade at the main gate. Copyright: Barry Seddon.

Io sono antifascista, e tu?

La notte del 25 aprile 1945, mio nonno e altri prigionieri erano stati rinchiusi in una stanza adibita a cella. Qualcuno aveva rubato delle patate. La scelta era tra la fucilazione collettiva, o quella del solo colpevole, se i prigionieri l’avessero segnalato tra chi era stato rinchiuso. “Capitemi, ancora oggi sento una voragine nel petto per quella scelta” riporto parafrasando dalle sue memorie. Avevano trovato il “colpevole”. Diperati, 35 kili di pelle e ossa a testa, che si reggevano a […]

Continua a leggere

Sinapsi in poliestere

Seduta sul pavimento, con la schiena ricurva vicino al letto, scribacchia qualche nota ai margini di una pagina logora, quasi parafrasando le parole della sera prima, rigettate sul foglio e accartocciate con rabbia subito dopo. Rievoca gli anni adolescenziali, di emozioni che sgorgano impazienti, di grafite che solca, violenta, cellulosa impastata, da stracciare e riscrivere con arroganza mista ingenuità. Spreme […]

Continua a leggere

Di battaglie ormai perse

Lungo è il vagare, con un cuore ormai stanco. Tra ricordi di una vita desiderata, vissuta in attimi di attesa e conflitti mai pianti, amori mai davvero vissuti, lenti, si dissolvono, tra fiori rattrappiti e corde sfilate, di una chitarra dimenticata al suono della sconfitta. Respiri lenti e silenziosi scivolano tra i ricordi, il vissuto si fa presente, malleabile al […]

Continua a leggere